Legna, scarti di produzione del legno o agricoli, mais … rappresentano una fonte energetica ecologica e facilmente reperibile per chi non abita in città. Le moderne tecnologie garantiscono un alto rendimento del combustibile a biomassa e un elevato grado di sicurezza.
     Il generatore a biomassa, utile per abitazioni private, aziende agricole o imprese di lavorazione di prodotti naturali, diventa tanto più conveniente nei casi in cui il combustibile sia reperibile in zona o direttamente dagli scarti di produzione o di lavorazione. I consumi in questa maniera vengono completamente abbattuti.
     I generatori a biomassa possono essere caldaie, stufe, termo-stufe, termo-camini. Sono una soluzione interessante anche nel caso in cui l’edificio da riscaldare sia collegato alla rete di metano.

 

     I principali materiali da considerarsi biomassa sono: LEGNA - CIPPATO - PELLET
     Inoltre, nella combustione la biomassa non impatta nell’ecosistema in quanto produce esattamente la stessa quantità di anidride carbonica assorbita dalla pianta durante la sua crescita.
     La soluzione ideale per le abitazioni è abbinare al generatore a biomassa un impianto solare termico: con l’energia solare raccolta, l’impianto risulta sufficiente alla produzione di acqua calda sanitaria per almeno 5-6 mesi all’anno, nei quali quindi la caldaia può restare spenta e abbattere così i consumi.
     Nel caso di piccole aziende, esiste anche la possibilità di installare un co-generatore che oltre al riscaldamento produce energia elettrica per il consumo locale.

 

 

Site Map | Printable View | © 2010 - 2019 Studio Tagliazucchi P.I. 02901130365 | Privacy