Acqua calda in tutte le stagioni , dal sole ? 

Risparmia sui consumi e costi, rispetta l'ambiente. Ora installare un impianto solare è realmente facile.

 

Ad oggi la maggior parte dell'energia prodotta deriva da da combustibile fossile (petrolio, carbone ecc..). Si stima che la natura abbia impiegato un milione di anni per produrre ciò che noi "bruciamo" in un anno. Non è difficile prevedere che presto o tardi questo combustibile finirà o non sarà più conveniente estrarlo. Quale può essere la miglior fonte alternativa? 
Il Sole, la nostra fonte di energia, è milione di volte più grande della Terra e la potenza della sua radiazione ha investito da sempre la Terra.
I sistemi solari termici, integrandosi con l'impianto esistente, possono dare notevoli vantaggi in termini di risparmio energetico: in una abitazione è possibile risparmiare fino al 70% dei costi energetici per la produzione di acqua calda sanitaria. Grazie alle capienze dei bollitori, anche in presenza di più rubinetti aperti contemporaneamente, viene garantita la disponibilità di grandi quantità d'acqua calda. Anche la lavastoviglie, se compatibile, può essere alimentata con l'acqua prodotta con l'energia solare riducendo così non solo la bolletta del gas ma anche quella elettrica. I sistemi solari termici godono, inoltre, di elevati standard di qualità fornendo la massima resa con costi minimi di gestione e di manutenzione.
 

Possiamo dividere gli impianti con pannelli solari in due principali tipi:

Impianti a circolazione naturale: sono sistemi monoblocco a circuito chiuso, che funzionano senza necessità di pompe né di componenti elettrici. Sono costituiti da un collettore solare (piano o a tubi sottovuoto) esposto alle radiazioni solari, all'interno del quale l'acqua si scalda e sale per convezione (effetto termosifone) verso il serbatoio, confluendo quindi nel circuito domestico.


Impianti a circolazione forzata: 
Negli impianti solari a circolazione forzata il serbatoio è montato separatamente (nelsottotetto o nel locale caldaia) ed il liquido del circuito primario è spinto da una pompa. La pompa di circolazione viene messa in moto da una centralina elettronica che confronta le temperature dei collettori e dell'acqua nel serbatoio di accumulo rilevata da apposite sonde.

 

 

Site Map | Printable View | © 2010 - 2019 Studio Tagliazucchi P.I. 02901130365 | Privacy